Valle di Ledro e d’intorni: itinerario di 4 giorni con bambini

Eccomi qui amici viaggiatori!

Oggi vi racconto del nostro weekend nella Valle di Ledro di due settimane fa.

Giorno uno

Siamo partiti il giovedì mattina e a pranzo abbiamo fatto sosta a Riva del Garda: giretto in centro e pranzo nella pizzeria Sud. Lo sapevate che in centro a Riva c’è un piccolo rettilario!? Ebbene si, noi lo abbiamo trovato, si trova all’interno della Galleria di Scienze Naturali in Piazza Garibaldi. Edoardo si è illuminato quando lo ha visto!!

All’interno trovate una varietà di serpenti da tutto il mondo, specie rare e difficili da osservare nel loro habitat naturale. Il personale ci ha raccontato la vita di alcuni rettili intrattenendo i bimbi. Se i vostri bambini hanno la passione per gli animali, vi consigliamo di fare una breve tappa qui.

Riva del Garda
Pizzeria Sud – Riva del Garda

All’ora del sonnellino, siamo ripartiti per la Valle di Ledro. La prima tappa è stata Molina di Ledro, sul lungo lago trovate tantissimi parchi gioco e il Museo delle palafitte, dove organizzano tantissime iniziative per i bimbi ma non solo (la sera del nostro arrivo c’era una lezione di yoga gratuita😉).

Museo delle Palafitte – Molina di Ledro

La bellezza di questo lago è la tranquillità che si respira; a luglio e ad agosto è sicuramente più affollato ma permette di fare una pausa rigenerante. Presi dalla sbrusia di chi arriva in un posto nuovo e lo vorrebbe visitare in 5 minuti, abbiamo deciso di fare il giro del lago (percorribile anche con il passeggino).

Lungo il lago trovate molti parcheggi, quasi tutti a pagamento, ma vale la pena fermarsi e fare una passeggiata per rigenerarsi anche per chi passa di qui in giornata.

Verso sera abbiamo raggiunto il nostro hotel. Abbiamo soggiornato al Garnì Minigolf a Pieve di Ledro: la colazione è da woow, si trova a due passi dal lago e dalle aree gioco, il personale è accogliente e di fronte all’hotel c’è un minigolf che intratterrà i vostri bambini a tutte le ore del giorno visto che è gratuito per chi soggiorna nell’hotel.

Se pensate di fare un soggiorno lungo vi consiglio un’appartamento, per evitare di dover pranzare e cenare sempre fuori con i bambini. Noi abbiamo messo gli occhi su un bellissimo residence, spero di riuscire a parlarvene l’anno prossimo dopo esserci stata 😉.

Giorno due

Il venerdì ci siamo svegliati presto e siamo rimasti l’intera giornata a Pieve di Ledro, i bimbi hanno giocato e fatto il bagno nel lago. Mi raccomando visitate anche il piccolo Borgo di Pieve, vi stupirà. Ogni angolo è un pezzo di storia.

Museo Foletto – La Bottega dello speziale

In centro vi consigliamo l’Osteria La Torre, locale storico con cucina tipica e con giusto rapporto qualità prezzo.

Ecco il nostro #fridaynight:

Abbiamo trascorso il nostro venerdì sera guardando il lago mentre i bimbi giocavano con due palette e i sassolini. Volete sapere a cosa pensavo in quel momento: a nulla, guardavo i miei bimbi ed ero felice, felice di avere la possibilità di portarli in giro con me, felice di fargli conoscere il mondo e felice della mia vita. Sono una ragazza fortunata!

Giorno tre

Dopo una ottima colazione siamo partiti in bicicletta! Potete noleggiare mountain bike, bici elettriche, seggiolini e carriolini per i bimbi al camping Lago.

Al mattino siamo andati da Ledro al lago d’Ampola. Il percorso è pressoché senza dislivello e quindi fattibilissimo anche con bambini a seguito. Il tempo di percorrenza è di 40 minuti. Arrivati a destinazione ci ha accolto una simpatica signora, la quale ci ha fatto fare un giro all’interno del Museo della Scienze dove sono illustrati la flora e la fauna del luogo.

Non contenti abbiamo proseguito la nostra biciclettata lungo il lago di Ledro, scesi a Riva del Garda e risaliti fino a Pieve (più di 60 km). A parte una fermata obbligata per scampare un temporale passeggero, è andato tutto benissimo, alternavamo i bimbi tra carriolino e seggiolino in base all’orario del pisolino. Non vedo l’ora di tornare in montagna per rifare un bel giro in bicicletta.

Giorno quattro

Il giorno della partenza, dopo aver salutato Max (proprietario del Garnì Minigolf), abbiamo deciso di fermarci sul lago di Tenno. Bellissima scoperta.

Unica pecca: con i passeggini è un po’ difficile scendere al lago perché ci sono molti scalini quindi lasciateli in auto e optate per una passeggiata.

Lago di Tenno

Dal lago di Tenno potrete arrivare al Borgo Medievale di Canale con una passeggiata di 30 minuti. È piccolo, ma suggestivo. Da visitare!

Stanchi e soddisfatti del nostro weekend rientriamo a casa!

Alla prossima META!