Roma con bambini: un weekend sotto la pioggia

È la seconda volta per noi a Roma; anche questa volta abbiamo optato per un viaggio in treno. Abbiamo viaggiato in business class (ci siamo accorti che a volte vengono venduti biglietti business a pochi euro in più di quelli in economy, quindi occhi aperti).

Abbiamo soggiornato in un appartamento dietro San Pietro e tramite i mezzi pubblici ci siamo spostati senza problemi per tutta la città usufruendo della card da 72 ore.

Quest’anno non siamo stati fortunati con il meteo quindi vi racconterò dei nostri 3 giorni sotto la pioggia con bambini a Roma. (Se arrivate senza ombrelli e k-way non vi preoccupate troverete ovunque chi ve li vende).

Primo giorno

Il nostro itinerario del primo giorno: Piazza di Spagna, Ara Pacis, Pantheon, Fontana di Trevi e Altare della Patria.

Volete sapere cosa abbiamo raccontato a Edo per rendere la visita della città a portata di bimbo?! Lui ama gli animali e sparsi per Roma ce ne sono parecchi di diverso tipo e con dietro una storia da raccontare.

Il primo giorno ci siamo dedicati alla caccia dei cavalli (quelli della Fontana di Trevi e dell‘Altare della Patria). Può sembrare banale come idea ma per il nostro bimbo questo trucchetto ha fatto sì che si appassionasse alla città senza troppa fatica. Quindi provate a pensare a cosa piace ai vostri figli quando organizzate un viaggio e ogni tanto buttateci dentro un po’ del loro mondo.

A pranzo ci siamo fermati da ‘Gusto vicino all’Ara Pacis, gradendo lo stile Industrial del locale (io lo adoro) e la carbonara pazzesca.

Arrivati all’Altare della Patria ci siamo ritrovati sotto un super acquazzone, ci ha salvati Toys, abbiamo dovuto acquistare qualcosa ma dislocati qua e là ci sono piccoli spazi gioco per intrattenere i bimbi in attesa che passasse la pioggia.

Stanchi e felici siamo rientrati a casa un po’ zuppi.

Secondo giorno

Itinerario del giorno: Quirinale, Palazzo delle Esposizioni, Colosseo, Circo Massimo, Bocca della Verità, Campidoglio per concludere alla Terrazza Caffarelli.

La giornata è iniziata con una passeggiata verso il colle del Quirinale in attesa di entrare alla Mostra dei 30 anni della Pixar all’interno del Palazzo delle Esposizioni (rimarrà fino al 20 gennaio quindi affrettatevi perché è piaciuta anche a noi adulti)

Il racconto della lotta tra gladiatori e animali all’interno del Colosseo ci ha accompagnato per tutta la giornata: abbiamo scoperto che oltre a leoni e tigri partecipavano alle lotte anche gli elefanti e le pantere, voi lo sapevate?!

L’anno scorso non avevamo fatto il giro del Circo Massimo e della Bocca della Verità quindi quest’anno abbiamo rimediato 😉. Passando per il Campidoglio abbiamo scoperto la Terrazza Caffarelli, la vista da quassù è a dir poco pazzesca!!! Non perdetevela!!

Non dimenticatevi di far vedere ai vostri bimbi la Lupa simbolo di Roma raccontando loro il leggendario salvataggio di Romolo e Remo.

Terzo giorno

Itinerario del giorno: Basilica di San Pietro con salita alla Cupola, Bioparco, Villa Borghese, Trastevere.

Questa era la giornata più attesa di Edo, lui ama gli animali e gli zoo sono il momento più atteso di ogni nostro viaggio.

Non potevamo non andare a San Pietro perciò prima tappa del giorno è stata la Basilica e siamo saliti sulla Cupola. Edoardo ha contato ogni singolo gradino e la vista dall’alto lo ha gasato tantissimo.

Prima di dirigerci verso il Bioparco abbiamo fatto pausa merenda da Duecentogradi. Fanno panini pazzeschi! Se c’è bel tempo prendetevi il pranzo al sacco per un picnic all’interno dei giardini di Villa Borghese.

Beh che dirvi, lo zoo è stato per Edoardo e Tommaso una parte fondamentale del nostro weekend. A causa della pioggia non abbiamo potuto lasciare liberi i bimbi per il parco quindi abbiamo optato per andare alla Casina di Raffaello, una ludoteca all’interno di Villa Borghese (una bella alternativa e pausa ludica per i vostri bambini).

Rigenerati anche io e Alle siamo ripartiti per l’ultima sera nella Capitale, aperitivo e cenetta in Trastevere da Grazia & Graziella.

Ciao Roma, ci manchi già!

Alla prossima META!