Escursioni con bambini in Alto Adige: percorso naturalistico al Lago di Anterselva

Oggi vi portiamo con noi al Lago di Anterselva.

anterselva 1

Il Lago di Anterselva si trova nell’omonima valle laterale alla Val Pusteria. Alla vista del lago rimarrete incantati dalle sue acque color verde smeraldo. Per raggiungere il lago potete parcheggiare nel parcheggio di fronte al ristorante Biathlon Inn a circa 400 metri dal lago oppure nei pressi della Baita Tiroler Hutte. Il Lago di Anterselva si trova a circa 1600 metri di altitudine. Il percorso natura adatto per grandi e piccini è lungo circa 3,5 km e ci si impiega un’ora e mezza per percorrerlo. Il nostro consiglio è di prendervi una intera giornata, fermarvi per un picnic e godere del fresco clima che regna qui (la temperatura dell’acqua non è sicuramente delle migliori per un tuffo nel lago, ma sicuramente rigenerante per i piedi a fine passeggiata). Il Lago di Anterselva è il terzo lago naturale più grande dell’Alto Adige ed è circondato dal Parco Naturale Vedrette di Ries-Aurina.

anterselva 2

Il percorso natura che si snoda intorno al lago è stato inaugurato nel 2003. Lungo il percorso troverete 16 punti tematici segnati da tabelloni dove i vostri bambini potranno scoprire la flora e la fauna di questo territorio, imparare a conoscere i pesci, le radici e le rocce della zona, come la tonalità del Vedrette di Ries. I vostri bambini potranno imparare a conoscere alcune specie di uccelli della zona nella stazione ad essi dedicata e scoprire i nomi di tutte le cime che circondano il lago, dal Collalto al ‘Grande Orecchio’. A fine percorso si divertiranno insieme a voi con il gioco del lancio delle pigne. Dall’estate del 2017 il percorso intorno al lago è praticabile anche con i passeggini.

anterselva 8

La tradizione narra che un tempo dove oggi sorge il Lago di Anterselva ci fossero i masi di tre famiglie di contadini. Un giorno un mendicante si mise alla ricerca di cibo bussando di porta in porta tra le case presenti nella valle. Nessuno gli aprì e non ricevette nulla per sfamarsi. Arrabbiato per l’accaduto esclamò “Dietro la vostra casa scaturirà una sorgente e vedrete cosa succederà”, fu deriso e cacciato. Non finì qui, perché con il passare del tempo i masi furono sommersi dalle acque e da qui nacque il Lago di Anterselva.

anterselva 3

Percorrendo il sentiero in senso orario partendo dalla Baita Tiroler Hutte passerete subito su una passerella in legno per poi attraversare un pezzo di sentiero sulla riva del lago (Lungo il percorso ci sono vari punti in cui potete scendere direttamente sulle sponde del lago e toccare l’acqua). Proseguendo, arriverete sulla sponda orientale, noi ci siamo fermati qui per un pic nic nel prato di fronte al ristorante Platzl am See (consigliato per chi vuole assaggiare specialità locali). I vostri bambini potranno giocare nel parco giochi a due passi dal ristorante, correre liberi nel prato oppure divertirsi a fare gli esploratori nel bosco. Lungo le sponde del lago i passanti hanno realizzato delle piramidi di sassi, lasciate anche voi il segno del vostro passaggio realizzandone una.

anterselva 4

Proseguendo il sentiero vi troverete ad osservare il lago dall’alto, la strada conduce al Passo Stalle. Continuando arriverete fino alla riva sudest dove ad aspettarvi ci sarà una famiglia di daini in un grande recinto.

anterselva 7

Per i più esperti di voi dal Lago di Anterselva potrete partire per altre escursioni nel Parco Naturale Vedrette di Ries-Aurina. Vi consiglio questo link per avere le indicazioni su tutti i percorsi.

Curiosità di stagione

In estate: il lago è molto frequentato soprattutto nel weekend, quindi se potete preferite i giorni feriali. Le temperature sono miti e l’acqua molto fresca.

In autunno: ottima stagione per chi ama i colori autunnali, qui potrete rifarvi gli occhi.

In inverno: per gli amanti dello sci di fondo il Lago di Anterselva offre diverse piste. E potrete godere della vista del lago ghiacciato.

Se volete consigli per viaggiare con bambini e neonati in montagna vi potrebbe interessare anche questo articolo.

Alla prossima META amici!