Alto Adige con bambini: 4 esperienze da non perdere in Valle Aurina

Oggi vi raccontiamo le 4 esperienze da non perdere se vi trovate in Valle Aurina con bambini.

Cascate di Riva a Campo Tures

Se dovessimo consigliarvi un’esperienza assolutamente da non perdere è il percorso delle Cascate di Riva a Campo Tures.

Si parte da Wasserfallbar, a fianco del quale si trova un parcheggio a pagamento (qualche centinaio di metri prima potete parcheggiare gratuitamente). Dal bar Wasserfallbar il sentiero è tutto segnato e vi condurrà in serie alla prima, poi seconda ed infine terza cascata.

Lo spettacolo della terza cascata ci ha travolto, pazzesca. Portatevi dietro un kway perché bagnarsi è assicurato.Il ritorno si può fare con la flyline, non ci sono limiti di età ma di peso (minino 10 kg). In caso alternativo potete tornare indietro dallo stesso sentiero. La flyline vi riporta fino alla prima cascata dalla quale dovrete percorrere a piedi il tratto che vi conduce al parcheggio. Vi lascio il link qui per tutte le informazioni su prezzi e orari di apertura.

Passeggiata alla Malga Kehrer

Il punto di partenza nel quale si parcheggia è Parkplatz Kasern. Qui la strada si ferma, il parcheggio è a pagamento (costo del biglietto 7 euro al giorno).

Da qui partite verso la Malga Kehrer, il percorso è fattibile anche in passeggino, meglio se da trekking. Il tragitto è lungo circa 5 km, il tempo di percorrenza stimato 1 ora e mezza (noi ne abbiamo impiegate circa 2 perché ci siamo fermati più volte lungo il tragitto). Il dislivello è di 100 metri.

Lungo il cammino abbiamo incontrato conigli, mucche e pony e visto un ghiacciaio. Si respira aria di montagna qui, a tratti gli unici suoni che sentirete sono il campanellio delle mucche e lo scorrere dell’acqua del torrente.

Dalla Malga Kehrer avete la possibilità di salire per altri 30 minuti circa, il tragitto è ripido e non adatto ai passeggini. Edoardo e il papi lo hanno fatto mentre io e Tommi siamo rimasti in malga a gustarci le specialità locali.

Affettati e formaggi misti

Kaiserschmarrn

In breve:

Partenza: Parkplatz Kasern

Arrivo: Malga Kehrer

Lunghezza percorso: circa 5 km

Tempo stimato di percorrenza: 1,5 ore

Dislivello: 100 m

Passeggino: sì

Giornata sul Klausberg

Un’altra esperienza che vi consigliamo è quella di passare una intera giornata a Klausberg.

Parcheggiate dalla cabinovia Klausberg, salite con l’impianto e scendete a piedi. (Il prezzo del biglietto varia a seconda della stagione ed età, i bimbi sono gratis, per maggiori informazioni vi lascio questo il link utile). Una volta giunti in quota alla Klausberg top Station avrete l’imbarazzo della scelta:- proseguire per un’ora e mezza fino alla malga successiva- percorrere il sentiero che giunge fino all’Alpin Coaster ‘Klausberg Flitzer’ per far divertire i vostri bimbi sulla parete di arrampicata o immergendo i piedi nel percorso sensoriale poco più in basso.

– lungo il sentiero vi ritroverete a camminare a fianco di triceratopi, T-Rex e stegosauri nel Dino Fun Park. Mi raccomando fate attenzione a non prendere paura, i dinosauri emettono i loro rispettivi versi quando vi avvicinate (potevo non dirvelo per non togliervi la sorpresa😁).

– non è ancora finita perché avrete la possibilità di scendere tutte le volte che vorrete con il funbob;

– oppure divertirvi nel parco giochi a fianco dove i vostri bambini potranno bagnarsi, provare l’emozione di condurre una zattera, salire su reti elastiche e tanto tanto Altro! Assolutamente da fare!

Partenza: cabinovia Klausberg

Arrivo: Klausberg top Station

Lunghezza percorso: il parco giochi si sviluppa su più punti della montagna

Dislivello: pochi metri

Sentiero delle streghe

Il Sentiero delle streghe è un percorso a tappe dove i vostri bambini si potranno immergere nella natura del bosco. Si parte dall’albergo Platterhof a San Giovanni e si prosegue in salita per circa un’ora e mezza. La prima tappa sono le Cascate di Frankbach.Proseguendo incontrerete diverse tappe realizzate per far divertire e distrarre i vostri bambini forse un po’ affaticati dalla salita. Lungo il percorso troverete una parete attrezzata per arrampicarsi, la tana degli orsi, un enorme xilofono, la sedia girevole delle streghe e le opere in legno rappresentanti una famiglia di orsi.A fine percorso giungerete al Rifugio Bizat a 1416 metri di quota. I vostri bambini potranno giocare e divertirvi nel laghetto con conigli, anatre e pesci e voi gustarvi una delle specialità locali.Buona vita amici di META! Alla prossima scampagnata!

Potrebbe interessarvi anche questo articolo (consigli per un primo viaggio in montagna con neonati e bambini) o questo articolo (San Candido: una giornata sul Monte Baranci).